Sviluppo e-commerce, come crearlo: idee, soluzioni e strategie vincenti

Vendere online è un’opportunità di business rapida, efficace e sicura, oltre che meno onerosa rispetto al punto vendita tradizionale. Per potersi avventurare nel mondo dell’e-commerce è bene reperire tutte le informazioni utili ad avviare tale attività da fonti certe e seguire step by step tutti i passaggi richiesti, onde evitare errori che potrebbero compromettere la realizzazione di un e-commerce.

Il primo passaggio fondamentale è stabilire un budget di investimento che tenga conto dei costi effettivi che concorrono alla realizzazione e alla gestione di un e-commerce professionale e funzionale. Sebbene i costi non siano paragonabili a quelli di un negozio fisico, è importante non sottovalutare nessun aspetto, poiché, anche se virtuale, si tratta sempre di un’attività di vendita a tutti gli effetti.

Vendere online: i plus di questa attività

Uno dei motivi che spinge a vendere online è potersi rivolgere a una platea di consumatori più ampia, in termini di volumi, target d’età e locazione geografica. Per questa ragione studiare e concretizzare un e-commerce accattivante, ben posizionato in rete e funzionale in tutti i suoi aspetti è decisivo per costruirsi un’immagine sul web e contestuale autorevolezza. Pertanto la pianificazione deve essere accurata e studiata nei minimi dettagli.

In tal senso il supporto di un consulente specializzato nel settore si rivela l’investimento ideale per poter avviare il progetto di un e-commerce attraverso strategie di marketing definite e focalizzate che mirano alla crescita del business o del brand su cui si stanno investendo tempo e denaro.

Chiavi di un successo annunciato: avvalendosi dell’assistenza della consulenza informatica di un addetto ai lavori, l’e-commerce ha ottime chance di crescere e svilupparsi costantemente, generando traffico in termini di business e fidelizzazione.

Come far funzionare un e-commerce

Il successo di un e-commerce non dipende dal settore di appartenenza, né dal focus referenziale, bensì da molti altri fattori che indichiamo di seguito:

Comunicare il brand e farlo conoscere

Prima di vendere o pensare di poterlo fare con leggerezza è indispensabile “fare pubblicità” dei prodotti o del brand oggetto della vendita online. Per poterlo fare è necessario prevedere un’attività di branding per diffondere la conoscenza del brand e, di conseguenza, dell’e-commerce attraverso il quale lo stesso è canalizzato.

 

Attirare potenziali clienti

L’e-commerce funziona esattamente come un negozio fisico. Per fare business è necessario promuovere, attraverso l’aiuto di un consulente specializzato, una serie di attività e iniziative volte a individuare il target di clientela desiderato e incuriosirlo al punto tale da portarlo in negozio o sul sito web. Compito dell’esperto web è selezionare gli strumenti più affini e utili a far trovare i propri prodotti ai clienti in target.

Concretizzare l’attività di vendita

Una volta che un cliente sceglie di soffermarsi su un determinato sito o entrare in un negozio si concretizza la possibilità che lo stesso possa acquistare un prodotto. Questo avviene per diverse ragioni: la meno frequente deriva da un acquisto di impulso, più probabile, invece, che sia dettato da una necessità, dal prezzo di vendita o dall’eventuale presenza di offerte a tempo.

In negozio spesso risulta determinante l’assistenza in loco di un addetto alla vendita che, comprendendo le esigenze e la psicologia del cliente, spesso riesce a concretizzare l’acquisto da parte dello stesso. Nell’e-commerce è importante traslare questa strategia attraverso un piano di vendita che porti gli utenti web entrati nello shop online a procedere con la transazione commerciale.

Fidelizzare è meglio!

Basta un acquisto sul web per fidelizzare un cliente sul web. Attraverso dei programmi ad hoc è possibile creare un profilo attraverso il quale l’e-commerce può rivolgersi attraverso sms o newsletter mirate al cliente e proporre, in base alla profilazione tracciata, sconti, iniziative e promozioni legate alla categoria di prodotti di interesse. La fidelizzazione consente anche di restare sempre in contatto con il cliente, informandolo sulle novità di gamma e su ogni genere di contenuti che il titolare dell’e-commerce diffonderà periodicamente.

Un elemento di diffidenza da parte di alcuni utenti non evoluti in rete è la sensazione di non acquistare in sicurezza. Tra le peculiarità di un e-commerce ben sviluppato è comunicare oltre ogni ragionevole dubbio e, dunque, convincere il potenziale cliente, sulla sicurezza delle transazioni economiche e, all’occorrenza fornire strumenti e rassicurazioni tangibili sul buon fine del pagamento senza (brutte) sorprese.